Film sfocati – I am Legend (but I’m not John Holmes, 2007)

legendImmagino non ci si possa lamentare se un film catastrofico abbia lo stesso difetto di tutti gli altri film catastrofici, cioe’ quello di essere uguale a tutti gli altri film catastrofici gia’ visti. E quindi diciamo che avevamo gia’ messo in conto il fatto che quest’ultima fatica del leggendario Will Smith sarebbe stata piu’ prevedibile della catastrofe nerazzurra in quel di Liverpool o dell’orrenda avanzata di calderoli e compagnia brutta delle ultime elezioni, finendo per rimanere nel solco sicuro e ben scavato del genere fantascientifico-apocalittico. 

La trama: Smith, in compagnia del suo cane, e’ l’ultimo NewYorkese sopravvissuto ad una strage biomedica causata dalla solita imprudente casa farmacetica che ha sterminato mezza umanita’ e   trasformato gli altri in mostri rabbiosi e ultrasensibili ai raggi UV. Quest’ultima mostrousa caratteristica permette al nostro eroe di scorazzare indisturbato durante il giorno per le strade deserte della City, andando a caccia di cerbiatti o giocando a golf sulle portaeree parcheggiate al porto. 

Queste scorribande sono anche la parte migliore del film, con spettacolari panoramiche post armageddon e il ritmo lento delle giornate solitarie e silenziose che si ripetono sempre uguali fra visite surreali alla locale videoteca, dove gli altri clienti sono immobili manichini, ed esperimenti in laboratorio su dei topini rabbiosi (guarda caso il nostro eroe, immune al terribilile virus, e’ anche un brillante virologo militare).  Pure i mostri sono in realta’ molto belli e velocissimi, e sembrano posseduti da un’idea fissa, quella di andare in massa ad uccidere il buon Smith, che sul finale sembra anche ben disposto a collaborare al progetto quando senza piu’ speranze decide di suicidarsi.  Ma fra lui ed una fine ingloriosa spuntera’ inattesa(?) una ragazza inviata dalla voce divina con la missione di portare Will in salvo e di farsi istruire sulla musica di Bob Marley della quale, questo si sorprendentemente, lei non e’ a conoscenza. Buona visione!

Advertisements
This entry was posted in No category. Bookmark the permalink.

2 Responses to

  1. anonimo says:

    Queste sono le recensioni che mi piacciono: quelle di film che non ho la minima intenzione di andare a vedere. Negli altri casi (vedi “there will be blood/il petroliere”) devo cercare in tutti i modi di non leggere una parola nemmeno x sbaglio xche non voglio farmi influenzare, mentre qui posso compiacermi della mia sagacia (?) ad evitare certi film 😉
    emanuele

    Like

  2. Ossimorosa says:

    L’ho visto e l’ho trovato godibile solo nella primissima parte, su e giù per una new york desertica. Il resto è sbadiglio.

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s