Diario di viaggio

Son tornato in italia di sabato, ho preso il Malpensa Express per arrivare a Saronno, dove pioveva e la stazione era invasa da studenti che ridono e pendolari che dormono.
Ho preso la focaccia che mi manca da matti, ma non c’era quella alle cipolle, forse meglio cosi’ che erano solo le 8 di mattina.
Sono andato all’addio al celibato a mangiare salame e cinghiale e a bere buon vino, sono entrato in Svizzera che pioveva e senza carta d’identita’ ma non sono riuscito ad entrare al Privilege di Lugano perche’ non sono una donna.
pine1Sono andato al bar e ho visto l’inter giocare da vincente, contro una squadra scarsa ma su un campo da battaglia, con Ibra, il mio dio delle piccole cose,  entrato in campo con la splendida missione di scaraventare la palla in quell’angolino dove neanche buffon sarebbe arrivato.
Ho preso la macchina e sono andato a far baldoria sul lungo lago a Como, un amico interista mi ha chiamato per continuare la festa a san Siro ma avevo gia’ una cena in programma con BelaLugosi  a cui non potevo mancare.
Ho preso l’aperitivo in piazza a Cantu’, dove i pericolosi immigrati nordafricani si ritrovano la sera a discutere delle qualita’ delle loro 4 mogli e d’investimenti in bond argentini.
Ho visto Vespa e Santoro ma non ho capito chi fosse Vespa e chi Santoro, Veltroni diceva che avrebbero fatto opposizione ai clandestini e al reato di clandestinita’ mentre DiPietro non si capiva cosa volesse dire che non riesce a mettere 3 parole in fila.
Dei Rom ho capito che nessuno li vuole ma nessuno puo’ cacciarli che son tutti italiani, percio’ verranno tutti assunti in nero per costruire 10 centrali nucleari in 5 anni, 200 discariche  e 500 carceri per ospitarli.
Sono andato in Veneto a trovare una splendida coppia di amici, lei dell’Ecuador e lui di Mestre, gli si allaga sempre la casa e hanno 2 figli bellissimi che ho tenuto in braccio, gli ho letto la storia di Sandokan e fatto entrare nelle pozzanghere con la bicicletta.  In Veneto mi sono perso, ho traversato campagne e paesini dai nomi particolari, Cappella, Cappelletta, Altino, Quarto D’Altino, Marocco e Zero Branco, vecchie cascine abbandonate, piccole piazze con chiesa al centro, il bar-gelateria a destra e il giornalaio (o il fruttivendolo) a sinistra.  pine2
Sono andato in Pinetina a vedere i ragazzi allenarsi, per poco Maniche non investiva un bambino col suo Lamborghini, Balotelli invece arriva accompagnato dai suoi amici che non ha ancora la patente.  La Pinetina era piena di bambini tutti in nerazzurro e c’era Scarpini con la troupe di Inter channel. Han fatto corsa e poi slalom con cross, ma dalla sinistra e nessuno era capace, ma il Mancio non era preoccupato, forse gia’ pensava alla liquidazione.
Mi son messo in giacca e cravatta, pioveva e son andato al matrimonio, la sposa splendida e’ arrivata in Land Rover e ora e’ a fare il safari in Sud Africa.  Il ricevimento era sulla via per Bergamo, una cascina ristrutturata dove fanno il vino, le colline con le viti che sembrava fossimo in Toscana, che buono il risotto e ottimi i formaggi.
Domenica mattina ha smesso di piovere e son ripartito per Philadelphia, fra letture, cruciverba e un sudoku in un amen ero tornato.
Advertisements
This entry was posted in No category. Bookmark the permalink.

4 Responses to

  1. TheInfiniteJest says:

    claudio, ma perchè a Saronno? Sarai rimasto sette ore in coda, come minimo.
    (bentornato, benscudettato, benripartito, Old Boy)

    Like

  2. anonimo says:

    Potevi farti sentire (= segnalare la tua presenza sul patrio suolo)!
    ema

    Like

  3. claudiopaga says:

    eheh, ma no che passando per rovello porro e rovellasca in un attimo si e’ ad appiano!
    e’ un piacere sentirti Jest (e pure leggerti of course, non manco mai), grazie di tutto e ricambio per la salvezza, pero’ prendete un centravanti e un difensore per la uefa l’anno prossimo!

    Like

  4. claudiopaga says:

    ciao Ema, hai ragione anche te ma e’ colpa della very busy schedule, sara’ per la prossima!

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s