IINTER – Werder 4-0

Seconda giornata del gruppo di Champions, debutto a San Siro dei detentori del titolo. Discendono su San Siro i sempre sottovalutati tedeschi (vedi Mondiali), stavolta vestendo le verdi casacche del Werder. Nonostante le assenze Rafa Benitez non si fa intimorire e schiera un po' a sorpresa la line verde con Coutinho largo a sinistra e Biabiani a destra (si scambieranno poi le fasce) con il fantastico Etoo di inizio stagione in mezzo.

Ci facciamo sorprendere un paio di volte nei primi minuti col Werder che spreca 2 occasioni da gol clamorose che se finalizzate avrebbero complicato assai la partita.  Ma la solidita' non e' l'arma migliore del Brema e fra palle perse nella propria meta' campo e voragini in difesa al trentesimo siamo gia' 3-0, con doppio Etoo (che triplichera' nel finale) e un bel gol dell'olandesino, oltre ad un'occasione clamorosa di Coutinho su cross di Biabiani.  Si arriva cosi' senza stupide tensioni al big match di campionato con la Juve (big piu' dal punto di vista psicologico che della classifica, in quanto la Juve quest'anno non lottera' per lo scudo), con pero' l'incognita infortuni (Samuel, Lucio, Zanetti, Milito, Motta in dubbio e/o indisponibili).

Dal match col Brema si son viste: troppe occasioni lasciate agli avversari neiprimi minuti; un Werder scandaloso nell'atteggiamento, troppa sufficienza nelpossesso palla e troppi buchi in difesa, pero' pericoloso quando manovra e quanto torneranno gli infortunati (Pizarro etc.); abbiamo fatto molte cose belle con gli uno-due e gli spunti individuali ma manca ancora velocita' nell'impostazione dell'azione;  Wesley fa le cose sempre di corsa, quando e' in forma va benissimo, quando non lo e' come di questi tempi sembra ingarbugliarsi, stoppa la palla spesso rimbalzante, complicando il passaggio successivo; Dejan molto bene, Cambiasso in recupero, Cordoba attento, Castellazi subentrato nel secondo tempo molto sicuro (mi sembra molto piu' tranquillo del suo predecessore Toldone), Santon finalmente al rientro si spera torni presto ai livelli del suo debutto in nerazzurro.

Le cose piu' interessanti della serata son stati gli inserimenti di Coutinho e Biabiani, entrambi in campo dall'inizio. Coutinho ha gran qualita' (bellissimo il pallonetto filtrante per Wesley dopo 20 minuti) ma e' molto gracile, chissa' se riuscira' ad imporsi ad alto livello;  Biabiani e' invece un grande atleta, penso sia piu' funzionale al gioco di Benitez perche' puo' anche difendere meglio, ma non mi sembra abbia abbastanza qualita' per essere un giocatore su cui l'inter possa puntare per costruire i prossimi successi.

Advertisements
This entry was posted in No category. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s