Euromazzata, Spagna Italia 4-0

E alla fine, come al solito, la squadra con la miglior difesa ha vinto. La Spagna ha giocato spesso un calcio conservativo e sotto i suoi standard (pari con l’italia, vittoria dopo aver sofferto la Croazia(!), la partita piu’ noiosa del torneo contro la Francia, i 90 minuti di semifinale durante i quali il Portogallo e’ stata la migliore squadra in campo) ma il suo possesso e recupero della palla han fatto si che l’unico gol subito sia stato quello di Di Natale, e non prender gol ti porta lontano. Le difese di Germania, Francia e Olanda non sono state all’altezza, e si son perse man mano prima del finale, raggiunto invece dall’Italia dopo aver ridicolizzato l’Inghilterra e annichilito la Germania.

Quando torno al paesello finisco sempre per parlare di calcio con Max e Ivan e su due cose dissentiamo: Pirlo (secondo loro da pallone d’oro) e la forza dell’Italia di Prandelli. Secondo me l’europeo non ha dato delle sentenze definitive. Pirlo e’ stato il giocatore piu’ determinante (la Spagna puo’ giocare senza Xavi e Iniesta, l’Italia senza Pirlo e’ monca), ha un controllo unico del gioco (anche se a volte perde delle palle terrificanti al limite dell’area) ma in finale ha pagato la stanchezza e la forza del centrocampo spagnolo. L’Italia ha mostrato i suoi grandi pregi e tutti i suoi limiti: il suo reparto migliore e’ in mezzo ma 3 partite in 7 giorni son state troppe: Pirlo e Marchisio han raggiunto e superato il limite, Motta ha problemi fisici imbarazzanti, Montolivo e’ un rincalzo e il solo De Rossi ha tenuto anche in finale. Il problema di Prandelli e’ che Pirlo e’ a fine carriera e Motta e’ gia’ in parabola discendente, la difesa balla, Cassano e’ lunatico e Balotelli un’incognita. Prandelli ha impostato un’idea di calcio costruttivo e piacevole, ma gli uomini su cui l’idea e’ fondata rappresentano il passato e il presente, e chi potra’ prenderne il posto in futuro? Ad oggi, purtroppo, nessuno.

Advertisements
This entry was posted in euro2012 and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s