Prometheus, 3 stelline (e mezza)

dopo la vancanza a Senigallia son tornato in inghilterra in solitaria, e cosi’ ne approfitto per fare quelle cose che non si riescono mai a fare quando i bagarospi sono in circolazione, tipo dormire e andare al cinema.

Delle mie ronfate penso non interessi a nessuno, per quanto riguarda il cinema invece sono appena stato a vedere Prometheus. I bei film di sci-fi mi han sempre affascinato, lo spazio sconfinato, stupendo ed ostile, attraente ed inesplorato, i silenzi, le navi gigantesce, l’uomo solo di fronte al suo limite fisico e mentale, insomma tutte queste cose qui che il cinema esalta, e quindi non mi potevo perdere il “prequel” di Alien.

La storia: alla fine del 21esimo secolo 2 ricercatori scoprono mappe stellari molto simili in reperti archeologici sparsi ai 4 angoli della terra. Convincono un finanziatore a costruire la nave spaziale Prometheus per andare alla ricerca del sistema solare indicato dalle mappe, dove son convinti di trovare indizi sull’origine dell’umanita’. Ma cio’ che troveranno si rivelera’ un po’ piu’ ostile del previsto.

Prometheus pero’ nonostante le premesse interessanti, un grande regista e un bel cast non decolla mai per la troppa prevedibilita’: scontati i personaggi, troppo stereotipati (il vecchio finanziatore alla ricerca dell’immortalita’, sua figlia a capo della missione bellissima e che se la tira al cubo, poi ci sono i soliti scenziati dall’animo puro e quelli bizzarri etc.) e poca originalita’ nella trama e nei temi trattati (ad esempio quello della creazione, che sta a cuore in particolare alla protagonista, sterile, che pero’ riuscira’ ad ingravidarsi (che sorprea! ma di che cosa ve lo lascio immaginare) durante la missione). Film consigliato solo agli appassionati del genere.

PS: Il prezzo del biglietto era maggiorato per poter ammirare Charlize Theron nelle sue tutine spaziali, che han fatto guadagnare mezza stellina al mio giudizio critico

Advertisements
This entry was posted in Review and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s