Inter – Roma 1-3

Lo Snijder dell’inter del triplete non era la cigliegina sulla torta, era il fosforo del centrocampo e l’uomo che sapeva metterti la palla al bacio nello spazio, quando si ripartiva come schegge in contropiede dopo aver recuperato palla(straordinari i suoi assit per Eto’o nella miglior partita (dopo il derby in 9) dell’inter di Mou a casa Chelsea).

Da quel magico anno Snijder si e’ perso fra infortuni, cambi di modulo, di allenatori e di ruolo, ma l’inter di strama per tornare competitiva ha bisogno come il pane di un Wes in forma e di una squadra che gli giri intorno. Se non si riesce a sfruttare al meglio il nostro uomo migliore eccolo diventare inutile se non addirittura dannoso, perche’ difende poco e male, e ci fa andare in inferiorita’ in mezzo. E’ quello che e’ successo nella sfida contro la Roma, l’inter ha pagato e lui ha perso il duello piu’ interessante della serata, quello dei numberi 10 con Totti.

Il pupone e’ stato una gioia per gli occhi, sempre al posto giusto, con  giocate da fermo squisite e una palla per il secondo gol da campione ritrovato. Wes invece sembra sempre ricever palla in situazioni complicate senza avere opzioni valide di passaggio, si intestardisce finendo per rallentare il gioco invece che velocizzarlo. Strama deve darsi una sveglia e aggiustare le cose prima che subentri l’apatia e la rassegnazione.

Cose buone: E’ finalmente tornato dinamismo a centrocampo, i nuovi sembrano avere grande voglia e Ranocchia sembra tornato sicuro e tranquillo.

Cose meno buone: Strama regala un uomo alla Roma partendo con Cassano titolare. Impressionante anche l’impatto negativo dell’ingresso di Cambiasso, che secondo me a questo punto ha ancora un senso come centrale difensivo alla Matthaus o Sammer di fine carriera. Troppi lanci su Milito che alla fine era morto e squadra troppo lunga, ma siamo ad inizio stagione e si puo’ capire. Ci manca terribilmente un uomo d’ordine e geometrie alla Thiago Motta.

Advertisements
This entry was posted in Inter and tagged . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s