The virgin suicides, Jeffrey Eugenides, 4 stelline e mezza

the-virgin-suicides2Ero ancora un giovane pischello sognatore ai tempi delle rassegne del Cinema Gloria quando vidi “Le vergini suicide” di Sofia Coppola, che se mi ricordo bene mi piacque e turbo’ assai, proabilmente per la quantita’ di gnocca on-screen. Il romanzo invece l’ho letto solo adesso, dopo che di recente ho scoperto questo bel sito dove viene esaltata l’ultima fatica di Jeffrey Eugenides (The marriage plot), e mi e’ piaciuto anche piu’ del film. Siamo negli anni 70 (dai quali non si esce vivi, proprio come dagli anni 80) e le 4 sorelle Lisbon sono giovani e bellissime e vivono in una bella casa in un bel quartiere in una famiglia all’apparenza serena e felice, anche se molto rigida e tradizionale.  Cecilia, la minore, distrugge questo quadretto idilliaco tentando una prima volta il suicidio e riuscendoci alla seconda volta, seguita a breve dalle sorelle.

La loro storia e’ descritta nel resoconto che i ragazzini loro vicini di casa e compagni a scuola provano a mettere assieme per cercare di dare un senso alla tragedia. E’ proprio questo tipo di narrazione la cosa che piu’ mi e’ piaciuta del romanzo, col tentativo dei ragazzi di razionalizzare il gesto delle amiche, che pero’ riesce solo ad evidenziare quanto inavvicinabili fossero in realta’ le vergini suicide nascoste dietro la loro linea d’ombra.

Advertisements
This entry was posted in Review and tagged , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to The virgin suicides, Jeffrey Eugenides, 4 stelline e mezza

  1. diatarn_iv says:

    Io ricordo un po’ il film… piu’ che altro perche’ fu il primo che vidi “dall’uomo inquietante” a PennState e non ci capii un acca, probabilmente perche’ non mi ero ancora abituato alla parlata..
    [x i profani: nel campus di PennState c’era un’associazione para-universitaria che tutti i weekend dava film d’essai aggratis in qualche aula. Io ero un habitue’ e avevo soprannominato “uomo inquietante” il proiezionista].

    Like

    • tuttofaunpomale2 says:

      eheh, l’uomo inquietante, che bei ricordi! mi son appena rivisto il film e me lo ricordavo piu’ bello (a parte la gnocca che invece rimane over the top)

      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s