Inter – Spurs 4-1 (l’importante e’ crederci)

L’inter scende in campo in uno stadio freddo e semi deserto, con i 3 gol dell’andata sul groppone e gioca la partita piu’ incredibile degli ultimi 2 anni. Gli Spurs provano a controllare il gioco cercando il possesso palla, noi per una volta siamo messi bene in campo e appena recuparata palla ripartiamo spesso saltando il centrocampo con lanci per Palacio e Cassano sempre sul filo del fuorigioco. In vantaggio con un colpo di testa di Cassano, Palacio e’ subito vicino al raddoppio ma il suo pallonetto centra la traversa. La difesa non va quasi mai in affanno, Kovacic gioca 1000 palloni in mezzo, Cambiasso trasformato rispetto all’andata lancia e si inserisce sulla sinistra, anche Cassano corre e non si prende pause. Nel secondo tempo arriva prima il raddoppio, poi si completa la rimonta con una doppia deviazione ed autogol su punizione di Cassano, gli inglesi non ci capiscono piu’ niente e quasi crollano al 92esimo quando Cambiasso messo in porta da un grande Cassano angola troppo il tiro che finisce di poco a lato.  3-0 impensabile e meritato, si va ai supplementari. Fisicamene in debito, tiriamo un po’ il freno ma veniamo presto puniti, l’ottimo Dembele calcia forte, Handa respinge su Adebajor che insacca a porta vuota. Ma incredibilmente, da chissa’ dove, i nerazzurri trovano la forza per reagire un’ultima volta, non si arrendono e trovano il 4-1 di Alvarez, e Ranocchia da centravanti ha anche la palla del 5-1 di testa, che pero’ alza troppo. L’impresa non si concretizza e va avanti il Tottenham, ma rimane una notte e una prestazione mostruosa.

Advertisements
This entry was posted in Inter and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s