The Unlikely Pilgrimage Of Harold Fry, Rachel Joyce, 3 stelline e 1/2

Harold's-journey-MAP_bgHarold e’ un uomo semplice e ordinario, in pensione da qualche anno, vive nel sud dell’Inghilterra con la moglie. Una mattina riceve una lettera, e’ di una sua amica con cui non ha più contatti da ormai 20 anni. Scrive veloce una breve risposta ed esce per imbucarla, ma invece di fermarsi alla box delle lettere si mette in cammino per raggiungere la sua amica a Berwick, nel nord della Scozia, 627 miglia e 87 giorni piu su.  Durante il viaggio, Harold avrà tutto il tempo per riflettere sulle ragioni del fallimento del suo matrimonio, sul rapporto con suo figlio David, sull’amicizia, la fede.

Il romanzo e’ sincero e diretto, quasi sempre coinvolgente e a volte anche commovente. Mi e’ piaciuto il modo di essere british “all’antica” di Harold, con le sua riservatezza e difficoltà all’aprirsi con gli altri ed il suo sentito senso di inadeguatezza ed imbarazzo nell’affrontare situazioni anche banali. Nelll’avere come protagonista un common-man penso stia pero’ anche il limite del romanzo, senza mai uno spunto provocatorio o un’idea che si spinga un po’ più in la’ del comune buon senso.

Advertisements
This entry was posted in Review and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s