Gita in Wales

Per il gusto dell’avventura e dell’imprevisto, invece delle solite ferie di ritorno in Italia per una volta ci siamo decisi di andare a scoprire il Galles. Prima della partenza amici e colleghi hanno cercato di terrorizzarci, garantendoci una settimana di pioggia e freddo, ma i nostri scongiuri han funzionato, perlomeno il primo giorno, con la nostra prima tappa al Raglan Castle appena varcato il confine bagnata solo dai raggi del sole. Alla sera arriviamo a desinazione a Cilibebyll, cerchiamo prima di sfondare il cancello del cottage sbagliato ma poi una coppia di vecchietti locali ci indica la retta via e il cottage giusto, dove ad attenderci c’e’ la padrona di casa chiaccherona con una torta, molto gentili questi gallesi.

La mattina dopo piove, si decide cosi’ di andare a far la spesa e a pranzo al pub, dove come da tradizione si mangia il “sunday roast”, esattamente come in Inghilterra con Olivia che si divora due fette di torta al cioccolato, e’ una golosona incredibile. Poi in paese visitiamo un museo di un ex-fabbrica dove si lavorava il ferro e infine andiamo fino a Swansea dove al cinema vediamo un cartone dal titolo “Two by two” (2 stelline e mezzo (la mezza stellina per il finale “a sorpresa”)). Swansea la domenica pomeriggio e’ la solita citta’ fantasma british, coi negozi chiusi, le strade deserte, il cielo grigio, insomma se si e’ a rischio depressione probilmente e’ meglio starne alla larga, ma a noi famigliola in vacanza niente ci puo’ scoraggiare, e ci mangiamo anche un gelato gigante al gusto “chocolate mint” seduti sul marciapiedi del parcheggio del mega centro commerciale in rovina.

Il lunedi mattina non piove, e’ un’occasione che non si puo’ mancare cosi’ decidiamo di andare in spiaggia, nei momenti in cui il sole riesce a penetrare la folta coltre di nubi si sfiorano i 15 gradi, la temperatura dell’acqua invece penso sia appena sopra i 4, ciononostante piccoli bimbi gallesi in tuta d’immersione si fanno il bagno contenti. Durante il resto della giornata visitiamo Rhossilli Bay, belle scogliere, lunghissima spiaggia e un’isoletta chiamata Worm’s head che si puo’ raggiungere solo durante le ore di bassa marea, ma i bimbi son piu’ che altro interassati alla lana e alle cacche delle pecore. Non poteva mancare la visita ad un castello, questa volta e’ il Weobley castle, di cui son rimaste le rovine con vista sul mare.

Ma forse quello piu’ bello che abbiam visto e’ il Carreg Cennen castle, in cima ad una collina e con anche un “dungeon” da esplorare. E poi ci sono tanti sentieri nel Brecon Beacons national park con vari percorsi che portanto a cascate una piu’ bella dell’altra, ai bimbi invece quello che e’ piaciuto di piu’ della vacanza non poteva che essere il parco dei dinosauri con le grotte, combinazione geniale, dove tra l’altro d’inverno si puo’ anche sciare. Ma si son divertiti un sacco anche a Techniquest, un museo a Cardiff con un sacco di giochi ispirati a qualche principio di fisica o applicazione tecnologica. La tappa finale e’ il Wychwood festival, una 3 giorni di musica e attivita’ varie per bimbi e famigliole, la nostra tenda miracolosamente resiste a pioggia vento e allagamenti, e noi sopravviviamo anche alle colazioni a base di bacon, salsicce e uova dei nostri compagni d’avventura e ai bagni chimici, un successone direi!

Advertisements
This entry was posted in Vacanze and tagged , , . Bookmark the permalink.

4 Responses to Gita in Wales

  1. Emanuele Ripamonti says:

    Insomma fra un po’ in caso di Manchester U-Inter tiferai per il M.U….

    Like

  2. tuttofaunpomale2 says:

    No way! in primis perche’ il Man U e’ la Juventus d’inghilterra, e poi perche’ manchester e’ in inghilterra :-))

    Like

  3. Emanuele Ripamonti says:

    ok, scusa x i manchester hunchbacks..
    ma non c’e’ qualche altra squadra uk (scozzese? gallese?) che ti sta piu’ simpatica?

    Like

    • tuttofaunpomale2 says:

      lo swansea in questi anni gioca bene ma la citta’ e’ triste, da giovane mi piaceva il liverpool che in tempi piu’ recenti mi ha dato una soddisfazione della stessa magnitudine del triplete con la rimonta in champions contro il milan da 0-3 a 3-3 e la vittoria ai rigori, quella finale l’ho vista allo sport bar di state college su college avenue, indimenticabile!

      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s