La solitudine dei numeri primi, Paolo Giordano, 3 stelline

la-solitudine-dei-numeri-primiLa sorte non ha servito delle belle carte ad Alice e Mattia, che portano i segni delle esperienze dolorose vissute da giovanissimi. Si conoscono alle superiori, si avvicinano perche’ percepiscono l’affinita’ delle comuni ferite ma il loro rapporto spesso non riesce a superare il muro alzato dalla loro solitudine.

Ho letto questo romanzo di formazione subito dopo “Light years”, passando dalla parola come forma d’arte a mezzo per raccontare una storia. Salter usa situazioni comuni per raccontare l’abisso in cui sta cadendo la famiglia americana, Giordano invece salta di anno in anno scegliendo i momenti piu’ drammatici che segnano i due ragazzi, per una storia intensa e commovente.

Advertisements
This entry was posted in Review and tagged . Bookmark the permalink.

2 Responses to La solitudine dei numeri primi, Paolo Giordano, 3 stelline

  1. sablesse says:

    Per qualche incredibile intuizione robotica il tuo blog censura i miei commenti: ha tutta la mia stima. Spero però che le congratulazioni per Bela passino, con un virtual abbraccio al neopadre 🙂
    (le narrazioni delle tue vacanze sono degne di un film dei Vanzina, io vorrei solo vedervi :)) )

    Like

  2. claudiopaga says:

    mah, questo blog per me e’ un mistero, rimpiango i bei tempi andati di splinder 🙂
    Girero’ gli auguri al Bela quando lo rivedo a natale, I promise!

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s