Guida alla Cornovaglia

Quest’anno la nostra esplorazione delle bellezze britanniche ci ha portato in Cornovaglia, la punta sud occidentale dell’Inghilterra. Dal Lincolnshire pero’ son più di 6 ore di macchina, cosi’ la prima e’ stata una tappa d’avvicinamento, a Bath, ridente cittadina del Somerset dove i romani millenni fa si insediarono e portarono la civilta’ sotto forma di bagni termali. Ci siam fermati un giorno, e oltre ai Roman Baths siamo passati al Victoria Park in fronte al Royal Crescent (altra attrazione architettonica, un edificio del 700, a forma di crescent appunto), dove i bimbi si son divertiti al grande playground e dove io ho potuto apprezzare le bellezze locali che si stavano ritrovando tutte in tiro per il ball di  fine anno accademico, gloriosa istituzione British (il viaggio e’ stata una full immersion culturale).

Da Bath al nostro piccolo cottage sperduto nell’entroterra della Cornovaglia c’erano altre 3 ore, accompagnate dalla “musica” dei One direction intervallata alla colonna sonora de il Buono, il brutto e il cattivo e dai geniali indovinelli di Olivia: – “Arriva un bastimento carico carico di animali che incominciano per C” “Cane?” -“No”, “Cavallo?” “No”, “Capra?” “No”, “Canguro?” “No”, “Che cos’e’ Olivia?” “It’s a bear, I tricked you!”

Come c’e’ sembrata la Cornovaglia? 5 stars! La costa e’ un mix selvaggio di lunghe spiagge, alte scogliere, baie nascoste, piccoli villaggi. Il nostro primo giorno di spiaggia e’ stato a Chapel Porth, vicino a St Agnes, se si e’ coraggiosi si può fare il bagno e poi farsi una passeggiata sui tanti sentieri in cima alla scogliera; Holywell Bay vicino a Newquay e’ lunga, sabbiosa, con tante dune,la nostra preferita e’ stata Kynance Cove di fianco al Lizard point (il punto più a sud d’Inghilterra) si raggiunge scendendo un breve sentiero ed e’ un vero spettacolo. mucche

Anche ai bimbi e’ piaciuto esplorare la Cornovaglia, belle tappe son state la visita al Tintagel Castle, del leggendario Re Artu’ (non e’ rimasto molto ma il paesaggio e’ straordinerio, come direbbe Sacchi), l’isola di St Michael’s Mount, raggiungibile a piedi o con la barchetta a seconda della marea, il Minack Theatre, costruito su una scogliera da una signora con il suo giardiniere a partire dagli anni 30, ora e’ un suggestivo teatro all’aperto (noi ci abbiamo fatto solo un giro, ma vederci uno spettacolo dev’essere davvero uno spettacolo :-)). Dal Minack in pochi minuti si arriva alla bella spiaggia di Porthcurno e in un quarto d’ora a Land’s end, la punta Ovest dell’Inghilterra, dove una volta superata la baracconata che han messo all’ingresso si può passeggiare per miglia a picco sul mare con viste affascinanti. E poi i bimbi se la son spassata quando abbiamo incrociato mandrie di mucche che passeggiavano tranquille in mezzo alla strada costringendoci a soste forzate per farle passare, si son divertiti al labirinto di siepi del Glendurgan Garden e hanno imparato anche un po’ di storia al Pendennis Castle di Falmouth, costruito da Enrico ottavo (quello delle 6 mogli) nel 500.
spiaggia
Ora e’ arrivato il momento di svelare il segreto della Cornovaglia: bisogna aver una botta di culo per visitarla quando c’e’ bel tempo, che di sicuro non e’ la norma: pioggia e vento non mancano quasi mai da quelle parti. La Cornovaglia e’ una tappa molto popular fra gli inglesi, per evitare le resse e’ buona cosa andarci a giugno/inizio luglio, quando ancora le scuole qua sono aperte. Enjoy!

Advertisements
This entry was posted in Vacanze and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s