Memoirs of a spacewoman, N. Mitchison, 3 stelline

memoirsSorprendente libro di fantascienza di una romanziera scozzese, pubblicato nel 1962, scritto sotto forma di diario  di un’esploratrice spaziale esperta in comunicazione, che riporta appunti di alcune sue missioni spaziali di forte impatto personale (perché la prima, o la più rischiosa) o bizzarre ed inusuali, spesso con un occhio attento alle dinamiche riproduttive/sessuali. Queste avventure mi han ricordato un po’ le puntate di Star Trek che guardavo da bambino, quando Kirk, Spock e compagnia si teletrasportavano sulla superficie di un pianeta caratterizzato da una qualche stranezza con cui confrontarsi (e possibilmente sopravvivere). Sicuramente originale, il racconto ruota attorno all’osservazione delle specie aliene con cui l’esploratrice viene a contatto, i tentativi di comunicazione e di comprensione delle dinamiche sociali e della psicologia di creature spesso molto distanti da quelle terrestri, ma e’ anche una interessante finestra sulla possibile evoluzione della societa’ e dei costumi sulla Terra, con la nostra esploratrice che  ha diversi compagni con cui di volta in volta accoppiarsi e crescere un figlio. Dopo un inizio un po’ lento le ultime missioni sono molto piu’ coinvolgenti, quando finalmente anche i protagonisti delle esplorazioni vengono caratterizzati e sviluppati un po’ piu’ a fondo.

Advertisements
This entry was posted in Review and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s